Armi in Ucraina: questa non è la strada per la pace

martedì 1 Marzo 2022

Come è possibile che in Italia non si tenga conto della volontà del popolo e della nostra Costituzione? 

Qualcuno davvero vuole un’altra guerra che potrebbe a questo punto estendersi pericolosamente e devastare l’Europa intera? 

Noi italiani siamo direttamente coinvolti, legati alla Russia da rapporti consolidati di dipendenza per le forniture di gas ma anche su altre partite delicatissime di natura economico finanziaria. Ai cittadini ucraini, dovremmo inviare sostegni e risorse umanitarie, non armi. Perché alimentare il muro contro muro esponendo la popolazione civile ad una reazione ancora più dura da parte dell’esercito russo, non è accettabile. Occorre invece lavorare per l’immediato cessate il fuoco e riportare il conflitto sul tavolo del negoziato. 

Ecco perché contestiamo l’invio di armi da parte dell’Italia. Il che non significa essere “pro Putin” come è stato detto in questi giorni da una parte consistente dell’informazione. Abbiamo già condannato l’attacco all’Ucraina. Ma non possiamo esimerci dal riflettere sulle cause storiche e politiche che oggi hanno portato a questo disastro. Solo guardando ad esse con obiettività si potrà ricostruire un confronto civile tra le parti. La costruzione di una via alternativa, la via della pace attraverso il dialogo e la concertazione, è possibile e il nostro Paese potrebbe essere il mediatore. La nostra vocazione pacifista e democratica ci impone un ruolo super partes. Non possiamo farci trascinare in un conflitto che se dovesse estendersi a macchia d’olio, non avrà né vincitori né vinti. Sarà una sconfitta per tutti e a rimetterci saranno sempre i più deboli. Non certo i potent

Condividi

Facebook
Twitter
Telegram

Iscriviti

Alla news Letter

potrebbe interessarti

Resoconto dell’Assemblea Nazionale degli iscritti di Alternativa del 28 gennaio

30 Gennaio 2023
OGGETTO: convocazione Assemblea Nazionale degli iscritti di Alternativa per discutere e deliberare in merito all’eventuale partecipazione ad un coordinamento delle forze antisistema e del

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ISCRITTI PER ELEZIONE NUOVO PRESIDENTE

29 Gennaio 2023
Caro iscritto, ieri l’assemblea di Alternativa si è espressa negativamente sul seguente quesito: “vuoi che Alternativa partecipi ad un coordinamento delle forze antisistema e

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA NAZIONALE DEGLI ISCRITTI DI ALTERNATIVA PER DISCUTERE E DELIBERARE IN MERITO ALL’EVENTUALE PARTECIPAZIONE AD UN COORDINAMENTO DELLE FORZE ANTISISTEMA E DEL RELATIVO COMITATO SCIENTIFICO.

8 Gennaio 2023
Caro iscritto,il 28 gennaio dalle 16 è convocata l’assemblea di Alternativa per discutere e deliberare sull’argomento in oggetto: partecipazione di Alternativa ad un coordinamento

L’America porrà fine al sogno di Zelensky? Il consenso pro-guerra sembra indebolirsi – di Thomas Fazi

21 Ottobre 2022
Pubblichiamo anche qui un articolo di Thomas Fazi comparso su unherd.com, che dà conto in modo preciso di una dialettica che si sta aprendo

Resoconto dell’Assemblea nazionale del 16/10/2022

18 Ottobre 2022
Cari amici, nell’assemblea nazionale del 16 ottobre 2022 Alternativa ha assunto alcune scelte fondamentali per la prosecuzione della propria attività politica. Tra queste la

Convocazione Assemblea del 16 ottobre 2022

28 Settembre 2022
Domenica 16 ottobre 2022 è convocata l’Assemblea nazionale di Alternativa che riunirà tutti gli iscritti per avviare il percorso di costituzione della struttura organizzativa