Servono più tutele per i lavoratori della vigilanza privata e dei servizi fiduciari

giovedì 3 Marzo 2022

Nella conferenza stampa di oggi abbiamo parlato della categoria di lavoro della vigilanza privata e dei servizi fiduciari, settori che nell’ultimo ventennio hanno avuto una forte espansione a cui, però, non sono corrisposti adeguati salari e tutele per un esercito sottopagato di lavoratori e lavoratrici che rivendica solo diritti fondamentali, salari dignitosi e sicurezza.

Come se non fosse abbastanza il CCNL vigilanza privata e servizi fiduciari è scaduto da 6 anni e 2 mesi  e, nonostante le forze politiche di maggioranza continuino ad annunciare (invano) il salario minimo, queste persone devono fare i conti con paghe orarie che toccano anche i 3,13€ netti l’ora nel 2022!

Anche la disciplina dell’orario di lavoro, dei riposi, delle pause, del lavoro straordinario e notturno, è in deroga alla normativa europea e rimandata alla contrattazione sindacale di secondo livello che, anziché migliorarla, spesso la modifica in peggio.

In tutti questi anni non c’è stato un riconoscimento per la figura professionale né dello status giuridico di pubblico ufficiale o agente di pubblica sicurezza né di professione usurante.

La partita del rinnovo contrattuale e della riforma delle professioni riconosciute come usuranti si gioca adesso!

È per questo che abbiamo voluto, insieme ad USB, tenere i fari ben accesi perché non siamo disposti ad accettare ulteriori compromessi al ribasso.

Manca totalmente un riscontro politico sulle condizioni in cui versano i 100mila addetti ai servizi di Vigilanza Privata e di sicurezza.

Adesso è arrivata l’ora di assumersi le proprie responsabilità e porvi rimedio.

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on telegram
Telegram

Iscriviti

Alla news Letter

potrebbe interessarti

La riforma europea dei depositi bancari è una catastrofe per l’Italia

Maggio 8, 2022
Mentre Draghi va al Parlamento europeo a giurare fedeltà alla causa della guerra per conto del popolo italiano, vaneggiando di fantomatiche riforme dei Trattati

DA ARCURI A FIGLIUOLO, CAMBIA IL COMMISSARIO MA LA GESTIONE RESTA OPACA

Maggio 2, 2022
Dalle ombre di Arcuri a quelle di Figliuolo. Cambia il Commissario all’emergenza, ma la gestione opaca rimane la stessa. Se sui vaccini gli italiani

DEF 2022: la realtà che non c’è

Aprile 20, 2022
Se nel 1980 il grande Edoardo Bennato compose “l’Isola che non c’è”, nel 2022 il Governo dei Migliori ha composto “La realtà che non

Alternativa incontra i cittadini di Roma

Aprile 13, 2022
Sono stati davvero tantissimi i cittadini romani che sabato hanno incontrato i nostri Raffaele Trano e Pino Cabras a Roma. Dopo Padova, anche gli

Alternativa in piazza per licenziare Draghi

Aprile 4, 2022
Sabato 26 marzo 2022, in Piazza Santi Apostoli a Roma, si è tenuta la prima manifestazione pubblica di Alternativa. Il titolo “Licenziamo Draghi” racchiudeva

Tutti in piazza! Licenziamo Mario Draghi

Marzo 16, 2022
Licenziamo Mario Draghi.Una grande manifestazione per mandare a casa Mario Draghi e tutto il suo Governo. 26 Marzo a Roma in Piazza Santi Apostoli,