DA ARCURI A FIGLIUOLO, CAMBIA IL COMMISSARIO MA LA GESTIONE RESTA OPACA

lunedì 2 Maggio 2022

Dalle ombre di Arcuri a quelle di Figliuolo. Cambia il Commissario all’emergenza, ma la gestione opaca rimane la stessa. Se sui vaccini gli italiani sono stati informati h24, poco è stato detto loro su tutta la macchina burocratica della gestione commissariale agli ordini del generalissimo Figliuolo, a cominciare dal dispiegamento di operai e progettisti impegnati nella ristrutturazione (con soldi pubblici!) di Palazzo Caprarica in via XX Settembre, dove ha sede il lussuoso ufficio di Figliuolo.

Della rendicontazione non v’è traccia. Figliuolo si è limitato a pubblicare elenchi parziali che non possono sostituire l’obbligo di redigere un rendiconto dettagliato comprensivo di relazione tecnica con la motivazione dell’urgenza e della necessità dei pagamenti effettuati. Un’assenza di trasparenza inaccettabile.

Si sa, quando c’è un’emergenza arrivano gli avvoltoi. Molti soggetti privati hanno realizzato ingenti guadagni, ed è proprio per questo che i cittadini hanno il diritto di essere informati sulle modalità dei contratti stipulati e delle spese sostenute.

In questi mesi la struttura commissariale ha potuto operare in assenza dei preventivi controlli di regolarità amministrativa e contabile sia da parte della Corte dei Conti sia da parte della Presidenza del Consiglio dei ministri con deroghe e limitazioni per quanto riguarda le responsabilità in capo ai singoli.

A tutt’oggi Figliuolo si è limitato a ottemperare agli obblighi relativi all’amministrazione trasparente, pubblicando gli elenchi dei pagamenti da lui disposti nel periodo dal 1° marzo al 31 dicembre 2021. La stessa piattaforma voluta da Arcuri non può in alcuno modo essere considerata una rendicontazione, ma solo una sorta di contatore delle spese, peraltro con molte criticità, visto che riporta solo gli importi relativi ai contratti firmati, ma non ai bandi di gara e alle modalità di assegnazione degli approvvigionamenti. La fase emergenziale ha imposto uno snellimento delle procedure, e proprio per questo deve essere data ampia informazione sulle risorse pubbliche erogate per l’emergenza, così come non è ammissibile che vengano aggirati gli obblighi di rendicontazione.

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on telegram
Telegram

Iscriviti

Alla news Letter

potrebbe interessarti

La riforma europea dei depositi bancari è una catastrofe per l’Italia

Maggio 8, 2022
Mentre Draghi va al Parlamento europeo a giurare fedeltà alla causa della guerra per conto del popolo italiano, vaneggiando di fantomatiche riforme dei Trattati

DA ARCURI A FIGLIUOLO, CAMBIA IL COMMISSARIO MA LA GESTIONE RESTA OPACA

Maggio 2, 2022
Dalle ombre di Arcuri a quelle di Figliuolo. Cambia il Commissario all’emergenza, ma la gestione opaca rimane la stessa. Se sui vaccini gli italiani

DEF 2022: la realtà che non c’è

Aprile 20, 2022
Se nel 1980 il grande Edoardo Bennato compose “l’Isola che non c’è”, nel 2022 il Governo dei Migliori ha composto “La realtà che non

Alternativa incontra i cittadini di Roma

Aprile 13, 2022
Sono stati davvero tantissimi i cittadini romani che sabato hanno incontrato i nostri Raffaele Trano e Pino Cabras a Roma. Dopo Padova, anche gli

Alternativa in piazza per licenziare Draghi

Aprile 4, 2022
Sabato 26 marzo 2022, in Piazza Santi Apostoli a Roma, si è tenuta la prima manifestazione pubblica di Alternativa. Il titolo “Licenziamo Draghi” racchiudeva

Tutti in piazza! Licenziamo Mario Draghi

Marzo 16, 2022
Licenziamo Mario Draghi.Una grande manifestazione per mandare a casa Mario Draghi e tutto il suo Governo. 26 Marzo a Roma in Piazza Santi Apostoli,