DRAGHI DICA SE VUOLE IL MES PER L’ITALIA

domenica 12 Giugno 2022

Il Governo Draghi dica in modo chiaro agli italiani se sta contemplando l’ipotesi di ricorrere al MES. Dica in modo chiaro se vuol portare l’Italia dentro una gabbia che condizionerà anche il prossimo Esecutivo, aggiungendo ulteriori condizionalità e vincoli.

Alla risalita dello spread di queste settimane hanno fatto seguito le dichiarazioni sibilline del consigliere economico di Palazzo Chigi, Giavazzi, e i recenti articoli sul MES usciti sui principali organi di stampa nazionale, tra cui quello del Sole 24 Ore del 7 giugno, che lasciano presagire una discussione in atto ai più alti vertici istituzionali.

È nota la proposta di Giavazzi e di Charles-Henri Weymuller, consigliere economico di Macron, per la creazione di un’Agenzia Europea del Debito che si faccia carico dei titoli pubblici acquistati dalla BCE dopo il marzo 2020 al fine di soddisfare il fabbisogno finanziario degli Stati per fronteggiare la crisi economica causata dalle misure di contenimento della pandemia. Tale Agenzia pare essere proprio il MES.

Il risultato empirico, oltre a quello politico della perdita di ulteriore sovranità da parte dei Parlamenti e dei Governi nazionali, sarà – come evidenziato da Giuseppe Liturri – la perdita per gli Stati membri del “sostanzioso flusso di dividendi che le banche centrali riescono a erogare proprio grazie agli interessi dei titoli detenuti in portafoglio, rendendo così sostanzialmente nullo il costo di quei titoli per il bilancio pubblico. Con il Mes come creditore gli interessi sui BTP si pagheranno senza flussi di ritorno”.

Draghi sia trasparente, venga in Aula o vada in conferenza stampa e risponda chiaramente sul tema. È paradossale che proprio lui, entrato in pompa magna a Palazzo Chigi come garanzia contro possibili commissariamenti europei, sia colui che con tutta probabilità ci porterà nelle braccia del MES.

Condividi

Facebook
Twitter
Telegram

Iscriviti

Alla news Letter

potrebbe interessarti

ASSEMBLEA NAZIONALE ISCRITTI

Giugno 29, 2022
Ciao Finalmente ci siamo!Giovedi 30 giugno 2022 avrà luogo la prima assemblea nazionale di Alternativa che riunirà tutti gli iscritti per avviare il percorso

COS’È IL VEHICLE-TO-GRID (V2G)? BENVENUTI NEL FUTURO, GIÀ OGGI POSSIBILE

Giugno 22, 2022
I nostri parlamentari Giovanni Vianello, Arianna Spessotto e Paolo Giuliodori sono stati a Mirafiori (Torino) a vedere come funziona il progetto DrossOne V2G, sviluppato

DRAGHI DICA SE VUOLE IL MES PER L’ITALIA

Giugno 12, 2022
Il Governo Draghi dica in modo chiaro agli italiani se sta contemplando l’ipotesi di ricorrere al MES. Dica in modo chiaro se vuol portare

Le conseguenze indesiderate delle politiche sui vaccini COVID-19

Giugno 1, 2022
Le conseguenze indesiderate delle politiche sui vaccini COVID-19: perché obblighi, passaporti e restrizioni possono causare più danni che benefici. di Kevin Bardosh, Alex de

Sui vaccini è l’ora di una Commissione d’inchiesta

Maggio 31, 2022
Martedì 24 maggio, nell’Aula stampa di Montecitorio, abbiamo presentato una proposta di legge per istituire una commissione bicamerale d’inchiesta che ricerchi le cause e

L’embargo al petrolio russo: un danno per ambiente e cittadini

Maggio 31, 2022
Un embargo del petrolio proveniente dalla Russia, senza pianificare alcuna soluzione reale alternativa tra quelle sostenibili dal punto di vista ambientale, è una mossa