DRAGHI DICA SE VUOLE IL MES PER L’ITALIA

domenica 12 Giugno 2022

Il Governo Draghi dica in modo chiaro agli italiani se sta contemplando l’ipotesi di ricorrere al MES. Dica in modo chiaro se vuol portare l’Italia dentro una gabbia che condizionerà anche il prossimo Esecutivo, aggiungendo ulteriori condizionalità e vincoli.

Alla risalita dello spread di queste settimane hanno fatto seguito le dichiarazioni sibilline del consigliere economico di Palazzo Chigi, Giavazzi, e i recenti articoli sul MES usciti sui principali organi di stampa nazionale, tra cui quello del Sole 24 Ore del 7 giugno, che lasciano presagire una discussione in atto ai più alti vertici istituzionali.

È nota la proposta di Giavazzi e di Charles-Henri Weymuller, consigliere economico di Macron, per la creazione di un’Agenzia Europea del Debito che si faccia carico dei titoli pubblici acquistati dalla BCE dopo il marzo 2020 al fine di soddisfare il fabbisogno finanziario degli Stati per fronteggiare la crisi economica causata dalle misure di contenimento della pandemia. Tale Agenzia pare essere proprio il MES.

Il risultato empirico, oltre a quello politico della perdita di ulteriore sovranità da parte dei Parlamenti e dei Governi nazionali, sarà – come evidenziato da Giuseppe Liturri – la perdita per gli Stati membri del “sostanzioso flusso di dividendi che le banche centrali riescono a erogare proprio grazie agli interessi dei titoli detenuti in portafoglio, rendendo così sostanzialmente nullo il costo di quei titoli per il bilancio pubblico. Con il Mes come creditore gli interessi sui BTP si pagheranno senza flussi di ritorno”.

Draghi sia trasparente, venga in Aula o vada in conferenza stampa e risponda chiaramente sul tema. È paradossale che proprio lui, entrato in pompa magna a Palazzo Chigi come garanzia contro possibili commissariamenti europei, sia colui che con tutta probabilità ci porterà nelle braccia del MES.

Condividi

Facebook
Twitter
Telegram

Iscriviti

Alla news Letter

potrebbe interessarti

ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI DEL 29 Marzo 2024

30 Marzo 2024
OGGETTO: Elezione 3 membri della Direzione Nazionale L’Assemblea, presieduta da Emanuela Corda con segretaria Giuseppina Gallotti, si è svolta sulla piattaforma Google meet. I

In una società sana non c’è spazio per chi maltratta gli animali

20 Febbraio 2024
Viviamo in un paese dove, negli ultimi anni, la violenza verso gli animali è sempre più presente e chi la pratica rimane costantemente impunito

VERBALE ASSEMBLEA NAZIONALE DEGLI ISCRITTI ASSOCIATI 6 Febbraio 2024

12 Febbraio 2024
ODG: Modifiche Statutarie e proroga cariche. L’Assemblea, si è riunita alle ore 18:00; presieduta dalla Presidente Emanuela Corda alla presenza del notaio, dott. Roberto

VERBALE ASSEMBLEA NAZIONALE DEGLI ISCRITTI ASSOCIATI 16 GENNAIO 2024

12 Febbraio 2024
Martedi 16 gennaio 2024 alle ore 19:00 si è svolta l’Assemblea degli iscritti associati da remoto sulla piattaforma Google meet. ODG: Approvazione Programma Nazionale

RETTIFICA DATA ASSEMBLEA: CONVOCAZIONE ASSEMBLEA NAZIONALE 30 gennaio 2024 – L’ASSEMBLEA NON SI SVOLGERA’ IL 30 GENNAIO, MA IL 6 febbraio 2024 alle ore 18:00

25 Gennaio 2024
è convocata l’Assemblea Nazionale con ODG: Modifiche Statutarie, il giorno martedì 30 gennaio 2024 alle ore 18.00. RETTIFICA: L’Assemblea non si svolgerà più il

Assemblea degli iscritti 28 dicembre 2023 – VERBALE

8 Gennaio 2024
L’Assemblea si è svolta da remoto sulla piattaforma Google meet con ordine del giorno la seconda discussione sulle proposte degli iscritti e delle iscritte