Sbatti arma, colpevole e vittima in prima pagina. Ma la nostra società, non va mai a processo.

sabato 22 Aprile 2023
  • Di Massimiliano Costantino Esposito

“Il giocattolo” è un film italiano del 1979 diretto da Giuliano Montaldo con Nino Manfredi, dal titolo in prima battuta “e io mi faccio la pistola”, dal quale si evince il tema portante della pellicola incentrato su l’uso delle armi del cittadino medio in contrapposizione all’instabilità della società degli anni ’70 e l’impotenza forse manipolata delle istituzioni.
Dal consumarsi della trama viene fuori un uomo qualunque, divorato dai problemi del quotidiano, vessato da scaltri e subdoli datori di lavoro, astuti manipolatori ed accaniti strateghi del profitto. Un lavoratore che non trova altra via di giustizia se non attraverso l’acquisto e l’uso di un’arma da fuoco, diventando così vittima e carnefice di una società malata, infettiva che telecomanda incertezze, insicurezze ed emergenze per stimolare comportamenti sociali indotti e funzionali a prerogative dei poteri occulti.

Del genere di quel periodo fanno parte classici quale “Sbatti il mostro in prima pagina” di Marco Bellocchio, “L’arma” di Pasquale Squitieri e diversi altri, che negli anni tragici dell’iperbole stragista degli anni di piombo, raccontano un’Italia luttuosa ed impaurita. Ma attraversata da dinamiche eversive oscure e mai totalmente chiarite.

Il tema della sicurezza e delle armi ritorna prolifico e ridondante ad ogni appuntamento elettorale, e più le istituzioni danno una sensazione di inaffidabilità in base ad un fatto di cronaca o ad un caso giudiziario tanto più la passionalità ed il logos emotivo delle masse viene magari sospinto e dirottato, con l’aiuto di parte dei media, verso posizioni più estremiste di giustizia fai-da-te.

Le motivazioni per cui c’è aumento o diminuzione di reati sono il risultato di coefficienti abbastanza complessi, che difficilmente sono analizzabili dai non addetti ai lavori e che quasi mai la politica ammette colpe rispetto a risultati non raggiunti o a criticità mai affrontate.

Vengono messi sotto accusa sempre elementi singoli ed organici, mai apparati, sistemi, la stessa strutturazione polarizzata ed oligarchica della società post globale dei consumi di massa. Bisogna ricordare che da oltre vent’anni, del nuovo secolo, le emergenze diventano immancabili e quasi normalità. Cresce insicurezza, tensione sociale e scarsa fiducia nelle istituzioni. Le armi risultano una soluzione veloce ed empatica ai mali del mondo, nel frattempo cresce a livello esponenziale la spesa militare ed è corsa al riarmo.

Se si producono, comprano, accumulano armi, prima o poi bisognerà usarle. I conflitti spaventosi alle porte con l’Ucraina, i venti di guerra da Taiwan ed altri punti caldi del mondo fanno tremare l’intera umanità ma devono farci riflettere sulla superficialità delle masse rispetto alla loro caratteristica emotiva ed al ruolo dei media che fanno scaturire parte delle loro convinzioni.

L’Europa sembra l’impero romano a pochi attimi dal collasso, oramai relegata ad asse rigido di stato cuscinetto rispetto agli interessi atlantici, mentre il resto del mondo trova soluzioni ed alleanze per garantire sopravvivenza e standard di qualità della vita decenti, in Italia, in Europa scelte scellerate di politica estera ed energetica pongono in caduta libera coefficienti quotidiani che fine a qualche anno fa erano inviati dal mondo intero, al Bel Paese.

Ad un passo, dal precipizio.

Condividi

Facebook
Twitter
Telegram

Iscriviti

Alla news Letter

potrebbe interessarti

VERBALE RIUNIONE NOMINA COMPONENTE DELLA DIREZIONE NAZIONALE

9 Maggio 2024
TENUTASI IN DATA 10.04.24  PRESENTI: Il Vicepresidente Nicola Zagaria E gli iscritti referenti Stefano Conti, Cristiana Bertin, Stefania Sebastianis oggetto: NOMINA DEL REFERENTE MACRO AREA

ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI DEL 29 Marzo 2024

30 Marzo 2024
OGGETTO: Elezione 3 membri della Direzione Nazionale L’Assemblea, presieduta da Emanuela Corda con segretaria Giuseppina Gallotti, si è svolta sulla piattaforma Google meet. I

In una società sana non c’è spazio per chi maltratta gli animali

20 Febbraio 2024
Viviamo in un paese dove, negli ultimi anni, la violenza verso gli animali è sempre più presente e chi la pratica rimane costantemente impunito

VERBALE ASSEMBLEA NAZIONALE DEGLI ISCRITTI ASSOCIATI 6 Febbraio 2024

12 Febbraio 2024
ODG: Modifiche Statutarie e proroga cariche. L’Assemblea, si è riunita alle ore 18:00; presieduta dalla Presidente Emanuela Corda alla presenza del notaio, dott. Roberto

VERBALE ASSEMBLEA NAZIONALE DEGLI ISCRITTI ASSOCIATI 16 GENNAIO 2024

12 Febbraio 2024
Martedi 16 gennaio 2024 alle ore 19:00 si è svolta l’Assemblea degli iscritti associati da remoto sulla piattaforma Google meet. ODG: Approvazione Programma Nazionale

RETTIFICA DATA ASSEMBLEA: CONVOCAZIONE ASSEMBLEA NAZIONALE 30 gennaio 2024 – L’ASSEMBLEA NON SI SVOLGERA’ IL 30 GENNAIO, MA IL 6 febbraio 2024 alle ore 18:00

25 Gennaio 2024
è convocata l’Assemblea Nazionale con ODG: Modifiche Statutarie, il giorno martedì 30 gennaio 2024 alle ore 18.00. RETTIFICA: L’Assemblea non si svolgerà più il