Il Governo Meloni si astiene su tregua a GAZA. Vergogna!

lunedì 30 Ottobre 2023

Si chiama stare con i piedi in due staffe o meglio in questo caso forse sarebbe più appropriato dire che si tratta di far sembrare che l’Italia stia con i piedi in due staffe, promulgando la causa di due fazioni, fingendo di impegnarsi in sede ONU a fare da paciere o peggio, fingendo di seguire una strategia che porti alla risoluzione del conflitto con minor danni per tutti. Ma in realtà sappiamo tutti che la posizione del nostro governo sul conflitto israelo-palestinese sia completamente sbilanciata a favore delle politiche belligeranti e imperialiste di Netanyahu. Neanche dinnanzi a migliaia di morti innocenti si modera una posizione unilateralmente ottusa. In questo contesto, la realtà è che l’Italia si è astenuta alle votazioni della risoluzione per una tregua a Gaza, proposta dagli Stati Arabi all’Assemblea Generale ONU, seguendo la scia della superpotenza americana. Sarebbe lecito chiedere conto al Governo italiano di questa assurdità, ma sappiamo già darci delle risposte senza scomodare l’interlocutore. Detto questo, ad onor di cronaca, l’Italia è tra i 45 Paesi che si sono astenuti anche se la risoluzione è stata approvata a stragrande maggioranza con 120 voti a favore e 14 contrari, con Israele e USA in testa. Questo è quello che accade quando non si ha una propria linea autonoma in politica estera, ma una impostazione dettata da altri e lo si capisce bene dopo aver letto le dichiarazioni del rappresentante per l’Italia presso le Nazioni Unite. Alla fine non fa altro che confermarci che la premier Meloni e tutto il suo entourage non si sono schierati contro il massacro di donne e bambini innocenti, per pura pavidità e sudditanza nei confronti degli Stati Uniti e del Governo Israeliano. Vergogna è la parola più appropriata in questi casi, tanto più, dopo il susseguirsi delle dichiarazioni apparse in questi giorni da parte dell’ex ambasciatore israeliano in Italia che instigava al genocidio dei palestinesi. Bene, stare con i piedi in due staffe senza prendere posizioni a questo punto; sarebbe già un’ottima cosa se queste sono le prerogative con cui l’Italia affronta una questione così delicata che avrebbe solo necessità di azioni concrete per la salvaguardia delle persone indifese che da entrambe le parti si trovano a subire in modo feroce i giochi, gli interessi, i poteri e le decisioni calate dall’alto. Di certo non si risolverà nulla schierandosi subdolamente per una parte, come la solita regia sta imponendo per tutte le questioni internazionali con cui abbiamo avuto a che fare in questi ultimi anni. Ci vuole un cambio di regia. Anche se con questo Governo, forte con i deboli e debole con i forti, c’è poco da star sereni.

Eliana Gazzarri

Condividi

Facebook
Twitter
Telegram

Iscriviti

Alla news Letter

potrebbe interessarti

VERBALE RIUNIONE NOMINA COMPONENTE DELLA DIREZIONE NAZIONALE

9 Maggio 2024
TENUTASI IN DATA 10.04.24  PRESENTI: Il Vicepresidente Nicola Zagaria E gli iscritti referenti Stefano Conti, Cristiana Bertin, Stefania Sebastianis oggetto: NOMINA DEL REFERENTE MACRO AREA

ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI DEL 29 Marzo 2024

30 Marzo 2024
OGGETTO: Elezione 3 membri della Direzione Nazionale L’Assemblea, presieduta da Emanuela Corda con segretaria Giuseppina Gallotti, si è svolta sulla piattaforma Google meet. I

In una società sana non c’è spazio per chi maltratta gli animali

20 Febbraio 2024
Viviamo in un paese dove, negli ultimi anni, la violenza verso gli animali è sempre più presente e chi la pratica rimane costantemente impunito

VERBALE ASSEMBLEA NAZIONALE DEGLI ISCRITTI ASSOCIATI 6 Febbraio 2024

12 Febbraio 2024
ODG: Modifiche Statutarie e proroga cariche. L’Assemblea, si è riunita alle ore 18:00; presieduta dalla Presidente Emanuela Corda alla presenza del notaio, dott. Roberto

VERBALE ASSEMBLEA NAZIONALE DEGLI ISCRITTI ASSOCIATI 16 GENNAIO 2024

12 Febbraio 2024
Martedi 16 gennaio 2024 alle ore 19:00 si è svolta l’Assemblea degli iscritti associati da remoto sulla piattaforma Google meet. ODG: Approvazione Programma Nazionale

RETTIFICA DATA ASSEMBLEA: CONVOCAZIONE ASSEMBLEA NAZIONALE 30 gennaio 2024 – L’ASSEMBLEA NON SI SVOLGERA’ IL 30 GENNAIO, MA IL 6 febbraio 2024 alle ore 18:00

25 Gennaio 2024
è convocata l’Assemblea Nazionale con ODG: Modifiche Statutarie, il giorno martedì 30 gennaio 2024 alle ore 18.00. RETTIFICA: L’Assemblea non si svolgerà più il